MAGICA.
Mi sembri magica
quando Dio ti cosparge di luce,
quando vivi riflessa in una goccia di ghiaccio che si scioglie,
nei tuoi giochi di luce con la neve,
nei fumi dei cammini che ballano nei cieli.
Mi sembri magica
quando ti penso e scrivo,
quando mi prende la nostalgia e mi copro con la sua coperta per non sentire più freddo.

Mi sembri magica
quando mi parli con la voce delle tue acque,
quando mi fai accompagnare dalla bellezza del canto di mille uccellini,
dal suono di storia dei tuoi campanacci,
dal gioco di nuvole nei tuoi cieli.

Mi sembri magica quando ti vesti con i mantelli eleganti delle tue stagioni,
quando esponi le meravigliose opere d’arte dei tuoi colori,
quando sento i tuoi profumi,
quando forte , forte mi abbracci nel tuo bosco.

Mi sembri magica ad ogni tuo cambio d’abito,
nel tuo risveglio,nella tua buonanotte,
nei colori dei tuoi fiori che dipingono la mia anima,
nei tuoi sentieri che disegnano la passione e sorreggono il mio cuore,
quando le tue rocce mi parlano stringendomi le mani.

Mi sembri magica
quando mi accarezzi con il tuo vento,
quando mi porti via dietro ad una foglia che gioca alzandosi verso l’azzurro,
quando mi sollevi dalla terra e mi spingi verso l’alto.

Mi sembri magica,
quando diventi smeraldo nei tuoi specchi d’acqua,
quando diventi diamante nella vita dei tuoi ghiacci,
quando mi fai assistere ai tuoi spettacoli e mi togli il respiro,
quando mi prendi la mano e mi fai scrivere ciò che ti piace leggere.

Mi sembri magica,
quando mi fai toccare l’azzurro del cielo,
quando dai vita ai battiti del mio cuore,
quando disegni il mio ieri e progetti il mio domani,
quando mi fai ammirare la giostra dei tuoi orizzonti.

Mi sembri magica,
quando mi fai salire sulla tua schiena e mi fai sognare,
quando mi alzi verso il cielo e mi fai gioire.

Mi sembri magica,
quando ogni volta che sono triste mi riesci a guarire.
Mi sembri magica mia cara Montagna,
mio Grande pensiero,
mio Grande Amore.
(Dorino Bon)